La più calda di tutte le stagioni,
dai tanti la più amata e la più attesa,
si va in vacanza, cura bisognosa,
ritempra corpo, mente e crea emozioni.

Svanisce il tepor primaverile,
il dolce venticello che accarezza,
poi finalmente chiudono le scuole,
la vacanza diventa una certezza.

Autostrade intasate, lunghe code,
la meta vacanziera resta il mare,
afa, sudore, ma infin si gode,
una giornata tutta da inventare.

Un incubo diventa parcheggiare,
spiagge affollate, code per entrare,
finalmente raggiungi l’ombrellone,
son finiti per te disagi e pene.

Entra nel vivo la giornata al mare,
un tuffo, una nuotata e tintarella,
poi d’improvviso un senso di languore,
il tuo pensiero vola da Mariella.

Mariella è una ragazza dei balcani,
di lei s’innamorò a prima vista,
trascorsero felici tanti anni,
poi si stancò e le disse “E ormai finita”.

L’ha lasciata così senza un motivo,
tradendo i suoi ideali e i sentimenti,
mai avuti rimpianti e pentimenti,
sta già pensando ad un rapporto nuovo.

La ragazza dell’ombrellone accanto,
sfoglia con noncuranza una rivista,
chiede a Luigi, in modo indelicato,
“Mi puoi offrire una sigaretta?”

Ida e Luigi sono più vicini,
entrambi si raccontano una storia,
la gioventù unisce i due destini,
nasce così tra loro l’amicizia.

Inizia un rapporto affettivo,
Ida e Luigi stan vivendo un sogno,
il bar li accoglie per l’aperitivo,
e per finire, fanno insieme il bagno.

“Ti devo fare una confidenza,
mi sei piaciuto fin dal primo istante,
nel cuor ho coltivato la speranza,
d’innamorarmi d’un uomo come te”.

Entrambi sono amanti del teatro,
“L’Amleto da emozioni al loro cuore,
ci andranno appena usciti dal lavoro,
intrigante e  “L’essere o non essere”.

Mentre Luigi va all’appuntamento,
scorre un messaggio sul telefonino,
si ferma e legge quello che c’è scritto,
scorda il presente, e a casa fa ritorno.

“Se per me non c’è spazio nel tuo cuore,
torno alla terra in cui sono nata,
adesso che la guerra è iniziata,
m’arruolerò e scorderò il tuo amore”.

La frenetica corsa alla stazione,
ma il tempo non si ferma per nessuno,
il treno parte e spegne ogni illusione,
stavolta non è colpa del destino.

 

Photo by Johan Mouchet on Unsplash